SOStieni il mio blog


With your help, I can continue to provide free information on the Web.



09/12/12

Festival Caboverdiano do livro

Festival Caboverdiano
dos Livros das naç ões africanas de expressão Português

Biblioteche, libri africani in portoghese
La festa per la comunità capoverdiana

(da paesesera.it)


Divertimento, istruzione, ambizione. Ma anche, o forse soprattutto, qualità della vita. Sono diverse le motivazioni che ci spingono a mettere piede in una biblioteca. Quella struttura che, da vera e propria icona metropolitana, condivide (o dovrebbe condividere), in ogni città che si rispetti, l’arduo compito di essere uno dei laboratori più vitali di una comunità. E le Biblioteche di Roma – Servizio intercultura, non si lasciano sfuggire l’occasione di alzare i calici e brindare all’inaugurazione della prima sezione di libri di letteratura africana in lingua portoghese di cui si è dotata, per arricchire il patrimonio culturale a disposizione dell’utente capitolino.
LA FESTA - E lo fa con una festa (venerdì 30 ore 17.30 alla Biblioteca Vaccheria Nardi di via Grotta di Gregna, 27) dedicata alla comunità capoverdiana, una delle comunità migranti più antiche della Capitale. “Abbiamo scelto questa biblioteca – ha detto  Gabriella Sanna, responsabile del Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma - perché è una delle più belle del nostro sistema bibliotecario. E la festa è dedicata a questa gloriosa comunità di migranti, arrivata quasi per prima in Italia dagli inizi degli anni Settanta” . E che – stando all’Osservatorio romano sulle migrazioni - conta oggi nel Belpaese 4.624 residenti e nella Capitale 1.930, ma decisamente consistente è la presenza delle seconde generazioni, per la maggior parte naturalizzati italiani.

LO SCRITTORE - Le conclusioni dell’incontro saranno affidate allo scrittore Jorge Canifa Alves (“Racconti in altalena”, “Il Bacio della Sfinge”, “Claridade: la coscienza illuminata di Capo Verde”), classe ’72, che è nato nella città di Mindelo ma che si è trasferito in Italia da piccolissimo. Esempio brillante di “riscoperta” delle proprie origini, e della loro ricchezza. “Roma – ha detto lo scrittore a Paese Sera - è una città che accoglie diverse realtà culturali e poter reperire libri in lingua originale è senza dubbio uno stimolo per i giovani che possono più facilmente riappropriarsi della loro cultura di provenienza. In particolare, la “lista dei libri” di questo progetto è stata pensata insieme ad alcuni docenti universitari della Sapienza e di Roma Tre per andare incontro anche alle esigenze degli studenti”. Vero è che la comunità di Capo Verde “nella Capitale è in realtà piuttosto integrata”. A livello culturale, infatti, la situazione è vivace, con eventi vari quasi ogni settimana. “Venerdì però – tiene a sottolineare Canifa - un evento speciale, perché allargato anche a tutti gli italiani che vorranno parteciparvi”. “Le biblioteche – conclude lo scrittore – non devono essere soltanto meri spazi di archiviazione e consultazione di libri, ma strutture quanto più vive, che favoriscono l’incontro e lo scambio. E, visto che l’integrazione nel senso più pieno del termine passa per una reciproca conoscenza, il nostro prossimo obiettivo sarà portare i libri di lingua italiana nelle biblioteche di Capo Verde”.
 Elena Paparelli

23/11/12

Festa del libro capoverdiano



Le Biblioteche di Roma – Servizio intercultura, inaugurano la prima sezione di libri di letteratura africana in lingua portoghese con una festa dedicata alla comunità capoverdiana, una delle comunità migranti più antiche della Capitale, formata prevalentemente da donne, giunte a Roma già dagli inizi degli anni Settanta.
Oggi la Comunità conta in Italia 4.624 residenti e a Roma 1.930 (Fonte: Osservatorio romano sulle migrazioni), ma molto numerosa è la presenza delle seconde generazioni, in gran parte naturalizzati italiani.

Festa capoverdiana
Libri africani in lingua portoghese

Biblioteca Vaccheria Nardi
venerdì 30 novembre 2012 ore 17.30 - 21

Programma:

Inaugurazione della mostra fotografica su Capo Verde di Marzio Marzot, che si potrà visitare fino a venerdì 7 dicembre

Saluti di Francesco Antonelli, Presidente Biblioteche di Roma
Josè Eduardo Barbosa, Ambasciatore di Capo Verde

Proiezione del video Mariscica fu la prima, storie donne migranti ritornate a vivere a Capo Verde, (regia di Anna Maria Gallone)

Intervengono: Maria Josè Evora, Manuel Spencer e le associazioni capoverdiane Amigos de S. Nicolau, Amigos das Ilhas, Criola, Caboverdemania, Capoverdeenonsolo (da Firenze), Mundokriol, OMCVI - Ass. Donne Capoverdiane in Italia , Tabanka  onlus e Uniao caboverdeana (da Napoli)
Coordina: Maria De Lourdes Jesus

Letture di poesie capoverdiane a cura della compagnia teatrale Outsiders, alternate alle
musiche di Adao Ramos (chitarra), Branco (chitarra), Susanna Sbardella (voce)

Conclusioni di Jorge Canifa Alves, scrittore

Aperitivo capoverdiano
Biblioteca Vaccheria Nardi
Via Grotta Gregna, 27
tel. 06 45460491

Per informazioni:
Servizio Intercultura
Gabriella Sanna
tel 06 45430264
348 5843295

www.romamultietnica.it
info@romamultietnica.it

14/11/12

corso di italiano per cinesi

 giovedì 15 novembre
 un incontro dedicato all’apprendimento dell’italiano nel contesto migratorio cinese e alla presentazione del nuovo corso di italiano per cinesi Io sono Wang Lin La lingua italiana per cinesi, Loescher editore. Appuntamento alle ore 16.30 in viale Castro Pretorio 105.


Programma
Saluti di benvenuto:
Osvaldo Avallone, Direttore della Biblioteca Nazionale Centrale

Addetto Culturale dell’Ambasciata Cinese di Roma
Modera:
Carla Barozzi, Direttore del Dipartimento di Italiano per stranieri, Upter, Roma
Intervengono:
Gabriella Sanna, Responsabile del Servizio Intercultura, Biblioteche di Roma Capitale
Augusto Venanzetti, Coordinatore Rete Scuolemigranti, Roma
Laura Cavaleri, Coordinatrice Editoriale casa editrice Loescher, Torino
Katia Franzese, Docente di italiano L2, formatrice di italiano L2/LS, Upter, Roma
Alice Dente, Sinologa, docente di italiano L2, Servizio Intercultura Biblioteche di Roma Capitale
Wang Jing, Docente di Interpretariato e Traduzione dell’Università Luspio, docente di cinese dell’Istituto Confucio di Roma, collaboratrice per il portale Agichina presso l’Agenzia Giornalistica Italia
Wen Zheng, Co-direttore cinese dell’Istituto Confucio di Roma, Professore associato presso l’Istituto di Lingue e Culture Europee dell’Università di Lingue Straniere di Pechino
Marco Wong, Presidente Onorario di Associna, scrittore
All’evento sarà presente uno stand con le novità editoriali della Loescher dedicate all’apprendimento dell’italiano L2.

Il corso si rivolge ad apprendenti cinesi alfabetizzati o poco alfabetizzati con l’alfabeto latino, e si pone come manuale di primo approccio all’italiano. Si caratterizza per la progressione didattica molto lenta e per l’esplicitazione anche delle più semplici informazioni e regole. Nelle prime unità è presente la traduzione di tutte le consegne e delle parti di spiegazione.
La grammatica svolge un ruolo importante nel percorso del manuale, allo scopo di conciliare lo stile di apprendimento degli studenti cinesi con una didattica che intende orientare anche allo sviluppo delle competenze pragmatiche.
Alla fine di ogni unità sono presenti schede di sintesi in cinese, che l’insegnante ritrova in traduzione nella guida all’uso del corso.
Si lavora molto sulla creazione di un repertorio di frasi utili in situazione, sulla ripetizione di frasi-stimolo da ripetere attraverso l’imitazione del modello e su un’interazione di tipo comunicativo, attraverso interviste o conversazioni con i compagni.
Accompagnano il volume appendici di civiltà legate ai temi del corso, test di autovalutazione con punteggio, le soluzioni degli esercizi, un glossario.

Cotto, mangiato e raccontato

Cotto, mangiato e raccontato

Lo stomaco ti richiama con il languorino ed ecco cibo buono, prodotto dell’orto, bio (e’) logico. Impastato e cucinato con lentezza e amore.
Cerchi la Via e le storie ti accompagnano e danno l’abbrivio alle tue idee.
Una serata a tavola corredata dai racconti popolari, provenienti dalla tradizione orale, raccolti di Giambattista Basile ne’ “Lo cunto de li cunti”. Il Pentamerone del 1600 in lingua napoletana, accompagna il pubblico, prima e dopo cena.


Lettura e riduzione Silvana Mariniello
Musiche scelte Egidio Grasso
Pietanze Bio
Vi aspettiamo all’A.I.A.S.P. Casa Dei Popoli, 

in Viale Irpinia, 50, 
venerdì 23 novembre, alle ore 20,30.

Per la serata è previsto una sottoscrizione di 7 E e la tessera associativa di 3 E.

E’ preferibile la prenotazione (insensinverso@hotmail.it).

09/11/12

Eugenio Tavares: il greco che non ti aspetti

 

Eugenio Tavares uno dei più grandi poeti capoverdiani in questo video relizzato da "estimatore" greco che così presenta il video: Ένα ποίημα -- ύμνος στην Αιώνια, απύθμενη Θάλασσα, αλλά και ποίημα -- παράπονο προς τη θάλασσα που χωρίζει τους αγαπημένους... (Una poesia - Inno all'Eterno, mare insondabile e poesia - denuncia al mare che separa i propri cari ... Um poema - Hino ao mar, eterno e insondável poema - reclamação para o mar que separa daos nossos queridos ...A poem - Hymn to the Eternal, fathomless sea and poem - complaint to the sea that separates loved ones ...)
Poet : Eugénio Tavares 
Voice : Luisa Salgado 
------------------------------------- 
Eugénio de Paula Tavares (born 18 October 1867 in the island of Brava, died 1 June 1930) was a Cape Verdean poet. He is known through his famous poems (mornas), written in the Crioulo of Brava. His name is honored in the name of the town square in Vila Nova Sintra along with a statue.
http://www.youtube.com/watch?gl=IT&v=1n93tQPhDkk

05/11/12

Filho

Osvaldo Alcantara
FILHO

Nicolau, menino, entra.
Onde estiveste, Nicolau,
que trazes a arrastar
o teu brinquedo morto?
Nicolau, menino, entra.
Vem dizer-me onde foi que tu estiveste
e a estrela fugiu das tuas mãos.
Tens comigo o teu catre de lona velha.
Deita-te, Nicolau, o fantasma ficou lá' longe.
Dorme sem medo
Porão, roça, medos imediatos,
tudo ficou lá longe.
Quando acordares a jornada será' mais longa.
Nicolau, menino,
onde foi que deixaste
o corpo que te conheci?
Deus há-de querer que o sono te venha depressa
no meu catre.

26/09/12

Jorge Carlos Almeida Fonseca

Per rispondere alle domande di un giovane: Come si chima il Presidente di Capo Verde? Sta sempre a Capo Verde o gira il mondo come gli altri presidenti?
(nella foto) Il Presidente della Rep. di Capo Verde: Jorge Carlos Almeida Fonseca con i coniugi Obama, a New York... Hotel Waldorf Astoria, 24 Set.2012.



05/09/12

Collina

Collina

Da tempo
vagavo

tra gli alberi.
Mi sono sorpresa
mentre il mio corpo
si sentiva fratello
del silenzio.

Desiderava
con ansia
sotterrarsi
tra le foglie di fine estate
dove
verde, rosso e giallo
diventano
un improbabile
arcobaleno.
Le emozioni
emanavano
profumo di castagno.

E da lì, dove ti chiamavo
sono diventata

una collina

di Rosana Crispim Costa (nell'immagine)

22/08/12

L'onda di Canifa Alves Jorge

L'ONDA

La nostra vita inizia in un punto zero e in uno stesso punto zero ha termine.
Benché questi due punti siano coincidenti, essi sono anche separati dal tempo e dallo spazio che intercorrono tra questi due punti come un fiume tra due sponde diverse di una stessa terra.
E come il fiume che scorre ora impetuoso, ora calmo influisce sul giusto equilibrio del fluire della sua vita creando o distruggendo, cioè, producendo sempre movimento e non stasi permettendo che la vita, propriamente detta, sia tale, così allo stesso modo il tempo e lo spazio, agendo positivamente o negativamente su di noi determinano quello stesso movimento che ci permette di essere vivi nella nostra persona.
E l'onda crea movimento e dunque vita nel fiume.
E l'onda (gli stimoli ad agire, la volontà, il partecipare alla vita facendosi travolgere e travolgendo sempre, tutto e comunque) crea movimento e dunque vita in noi.
È da intendersi per “movimento” anche quello prodotto dalle nostre menti che ci permette di guardare oltre la punta del nostro naso e ci permette di incontrare “l’altro” che, con il suo movimento se vuoi anche contrario al nostro ma vitale e ricco di altre sfumature, può arricchire la nostra anima culturale.

L'ONDA

Quiete.
Punto Zero
e silenzio
e una piana azzurra
tutt'intorno.
E ancora
silenzio
silenzio!
Silente
arriva Adamo
Onda Prima
del nostro cominciamento.
E silenzio
e sospiro
fino ad arrivare
all'affannosa costa... continua su: Kronos'90: poesie in bianco, nero e grigio

21/08/12

Inchiostro di pace

INCHIOSTRO DI PACE

Voglio una penna che scriva
E scivoli via come il vento
E lasci tracce che parlino di te
Di come i tuoi occhi illuminino
Il giorno che è niente senza te
Niente senza il tuo profumo di libertà

Voglio una penna che sprizzi energia
E lasci macchie di vita ovunque
E scivoli in PACE sui cuori di tutti
Di tutti quelli e non solo quelli
Che di te hanno i sette colori dell’iride
Stampati sotto le quattro nubi bianche

Voglio una penna che urli
E urli forte quel forte e acre dolore
Di piume strappate alle giovani madri
Di piume tarpate ai giovani padri
E di inchiostro rosso e freddo
E di sorrisi umiliati e calpestati nel fango

Voglio una penna che parli domani
E scivoli libera come il vento
E non lasci macchie al suo passaggio
Ma sia essa stessa dell’universo il colore
E che domani urli insieme ai tuoi figli
La gioia. L’allegria e l’infinita voglia di vita!

(di Jorge Canifa Alves) 

14/08/12

Poesie in ... grigio

VersaAFRICAndo

    Foi recentemente publicado pela Editora Freccia d'Oro, em ebook: "Kronos '90: Poesie in bianco, nero e grigio" (Poemas em branco, preto e cinza).
    O ebook (178 páginas, € 5,50) é uma seleção de poemas, na sua maioria, na década de anos '90. Inclui três paesagens de três cores diferentes: branco, cinza e preto. Este tríptico é composto por quatro temas: uma selecção de "Le Nuvole" (As Nuvens), da "L'Onda" (As ondas) e da "Tentazioni" (As tentaçoes) e, finalmente, da "VersAFRICAndo".

    "As nuvens vêm na adolescência puxado para cima de um desejo de libertar a minha alma poetica - diz o autor - eles sabem muito de o clássicismo grego e latim, de Neo-classicismo, romantismo, e tudo o mais que podia oferecer-me a minha cultura clássica , a minha alma "branco", estão procurando por algo indefinido, talvez, a imitação. Eles são leves e cobertas com a alma de renda. Bonito somente par os olhos, mas frias como o mármore, sem minha alma tropical - precisa - onde todos os dias es posivel encontrar uma festa cheia de alegria, cores, sabores, música. O "cinza" continuar a ter um papel muito importante em mim e no meu trabalho - o autor prossegue - porque eu estou convencido de que o mundo de amanhã terá esta alma: cinza, crioulo, mestiço, porque ele representa a liberdade de ter dos culturas ao preço de uma, duas culturas que podem crescer juntos, mas separadamente, sem quebrar o equilíbrio da mente, talvez confundindo as almas ignorantes. No entanto, este será o problema desses ignorantes, eu agora gosto estar abraçado a minha riqueza, que representa isto: tem algo mais do que uma vida em relaçao a quem, cada dia, vivem em suas certezas monocultural. O "cinza" - termina o auctor - não é sò cinza, como o branco é so Branco, como o preto é sò preto, mas também é cinza claro, cinza escuro, cinza e todas as outras nuances. Durante esta celebração da "cinza" e dod seus matizes, às vezes eu estaei tambem entre o branco e o preto ... porque eu, sempre, dominou os dois e tenho a liberdade para jogar com ambos. Despois balançei entre o dores e desenhei estradas poeticas para a minha mae Africa que eu então agrupei em "VersAFRICAndo" "

    Jorge Canifa Alves nasceu em 1972 na cidade de Mindelo, São Vicente, arquipélago de Cabo Verde, vivendo na Itália. Em sua inspiração literária ele tem dois alas: um italiano e uma cabo-verdiana... viver "duas culturas és melhores do que um, você tem um horizonte mais amplo, mais possibilidades de escolher." Os seus contos foram publicados em revistas, "il Giornale di Peter Pan", "Caffé" em antologias: "Memórie in Valigia" (Fara Editore, 1997), "Cabo Verde: Nove isole e un racconto disabitato (Le Lettere, 2000), "Libera o liberata" (Il Leccio editore 2002), "italiani per vocazione" (Cadmos Editrice, 2005) e "Lo Sguardo dell'altro" (Mangrovie edizioni, 2008). Ele publicou, em 2005,"Racconti in Altalena (Edizioni dell'Arco), em 2009 "Il Bacio della Sfinge" e em 2011 "Claridade: a consciência iluminada de Cabo Verde (ambos por Editozioni Fuoco). Em 2006 juntamente com o grupo de teatro que ele mesmo criou, RAIZ LONGE, traz ao palco alguns shows, incluindo "Gli Affamati". Desde 2005 colabora com o grupo de poetas da Apollo 11. Foi em 2004-2007 Vice-Presidente do Conselho para o quinto distrito de Roma para a emigração e para vários anos presidente da Tabanka onlus organização sem fins lucrativos. Ele se mudou para a Espanha em 2009 regressou à Itália no final de 2011. Ele atualmente vive em Roma trabalhando com a migração e o teatro.

    Para adquirir o ebook você pode visitar ou escrever para www.casaeditricefrecciadoro.biz ordini@casaeditricefrecciadoro.biz.

 

(tratto da Kronos'90: poesie in bianco, nero e grigio)


COMANDANTE

Comandante Pedro Pires
Que nha lagrima ta ba traze’M
Atraz no tempo
Pa abraça nha Futuru
Pa abraça nha Libertade…
Q’el Futuru jà nha amigo
So porque algun valoros heroi
Moda bozè Comandante
Tita ba corta’l corrent cruel…
Q’el Libertade jà nha mulher
So porque algun valent heroi
Moda bozè Comandante
Tita ba traze’l
atraz entre pared d’casa.
Comandante
Comandante Pedro Pires
Que nha alma ta ba seguì
Moda um navio ta ba seguì um farol
Unica Certeza numa noite
Que ka tem lua, ka tem estrela
Ka tem nenhuma luz
Que pode traze’l na portu
Chei de Claridade da vida.
Comandante
Comandante Pedro Pires
Que hoje M’odja alì pert
Na se cabelo claro e important
Na se bigode lutador contra temp
E sempre assim pret
Na se casac d’honrod Presidente
Bo ta ba lembra’m nha
Na S. Antão, S.Vicente
S.Nicolau, Sal, Boavista
Maio, Santiago
Fogo e Brava
E jà parse’m d’odja
Na bo q’el figura di pai
Que q’re abraça’m
Num’abraço
D’uma foto
Parod na temp.


 

13/08/12

Kronos'90

Kronos'90
Autore: Jorge Canifa Alves
Anno di pubblicazione 2012
Pagine 178 EBOOK
Prezzo di copertina: € 5,50
“Kronos ‘90” è una selezione di poesie scritte, la maggior parte, negli anni ’90. Comprende tre quadri di tre colori differenti: il bianco, il grigio e il nero. Questo trittico è composto da quattro temi: una selezione de “Le Nuvole”; da “L’Onda” e “Le Tentazioni” ed, infine, da “VersAFRICAndo”.
"Il “grigio” continuerà ad avere una parte molto importante in me e nelle mie opere perché sono convinto che il mondo di domani avrà quest’anima: grigia, creola, meticcia, perché rappresenta la libertà, di aver in sé due colture al prezzo di una, due culture che puoi coltivare insieme, ma anche separatamente, senza rompere gli equilibri dell’animo, forse disorientando le anime ignoranti."

compralo su: Amazon.it

OCCHI BLU



Occhi di fanciullo indifeso
Così puri e innocenti
Così pieni di tormenti
Han smesso di essere ridenti
In questo mondo... Incompreso!

"Dai smettila di farmi male
Io non sono un animale!"

Fanciullo in balia dei venti
Aspri nella val dell'Erota rivo
Nascosto intr'ora l'umida terra
Cercando gl'aurei elementi
Immagini di restar vivo.
Un grido, sul nascer, ti si serra,
Là, in gola, mentre dentro senti
L'uom strapparti il cor giulivo
O donarti polvere o terra.

I tuoi occhi innocenti
Nascondono il triste destino
Di un fanciullo offeso
Infinite volte da violenti
Frustate in sul suo corpo piccino
E fragile e indifeso.
Silenzio su ciò vuoi tu,
Ora, fanciullo dagl' occhi blu?

27/07/12


Exmos. amigos caboverdianos

No seguimento do que havíamos solicitado na nossa mensagem de Novembro/11,  gostaríamos de “socializar” a proposta sobre o Conselho das Comunidades (cujo texto segue em anexo, bem como a nota introdutória do mesmo) com as nossas Missões Diplomáticas e Postos Consulares e com as Federações, organizações da sociedade civil na Diáspora, para que encontremos as soluções mais adequadas para a regulação /efectivação deste importante mecanismo de diálogo entre as comunidades e as autoridades cabo-verdianas.

Mais informamos que o IC agendou uma emissão especial do Programa Radiofónico “Voz da Diáspora” que irá abordar o tema sobre Proposta de Lei para a Criação do Conselho das Comunidades. O programa terá lugar neste, Domingo, dia 29 de Julho, a partir das 18:15 (de Cabo Verde), e contará com a participação nos Estúdios da RCV, da Sr. Ministra das Comunidades Dra. Fernanda Fernandes.

O Programa, com uma duração de 45 minutos irá ser emitido em directo, a partir dos estúdios na Praia, mas contará com a participação dos colaboradores na Diáspora, caso de João da Luz de Luxemburgo, Rádio B. Leza, (Maria José e Maria Dulce em Itália – Roma), Amílcar Castro, em Holanda, Marcos Rocha, em Portugal, Socorro e Valdir Alves nos EUA, José Lopes em STP, Emilio Borges, em Portugal, Carina em França, Palau-Suécia (em CV) Luz Mateo na Argentina, entre outros .

O público poderá ter acesso ao programa através das antenas da Radio Nacional de Cabo Verde e /ou através da internet (http://www.rtc.cv/rcvdirecto/ ) e poderá participar através das duas (2) linhas telefónicas (00238 – 262 27 19 ou 262 30 54), disponibilizadas pela Radio Nacional de Cabo Verde.

Para finalizar solicitamos e agradecemos os bons ofícios das MDPC no sentido destas informações serem levadas ao conhecimento das Federações de Associações Cabo-verdianas, às Associações que nelas não façam parte e à comunidade em geral, a fim de permitir a participação de todos.

Agradecendo desde já, apresentamos os nossos melhores cumprimentos.

Isa Morais Rodrigues

Directora de Gabinete
Ministério das Comunidades (MDC)
Rua Governador Roçadas, N.º 4
Plateau – Praia – Santiago - Cabo Verde
Tel.: (238) 261 60 97 (dto) – IP 6612
Tel. PBX (238) 261 57 78 / 261 90 08
Fax:  (238) 261 67 44
Móvel: 993 37 87 // 918 75 90

12/07/12

nato il 4 luglio

Nato il 4 luglio del 1912, ha festeggiato in questi giorni i suoi 100 anni di età.
E' Francisco Antao Pio, residente in Mindelo, Capo Verde e originario dell'isola di Santantao.




Qui mentre festeggia il traguardo raggiunto, insieme a figli e nipoti... quelli che hanno potuto esserci, considerato che molti vivono all'estero... compreso io, Jorge Canifa Alves, suo nipote!
Di seguito un mio piccolo omaggio a questo straordinario centerario... il padre di mia madre!!





10/07/12

7 sois 7 Luas

Il 15 luglio a Genazzano di Roma: CORDAS DO SOL.

Difendere la tradizione musicale capoverdiana, attraverso il recupero di temi di lavoro dei contadini e della lingua creola che conferisce alle melodie un’emozione speciale è l’obiettivo dei Cordas do Sol di Capo Verde che si esibiranno domenica 15 luglio. Il gruppo, fondato nel 1995 nell’isola di Santo Antão a Capo Verde, ha inciso con la prestigiosa casa discografica «Lusafrica» (la stessa che ha lanciato Cesaria Evora) l’album «Terra de Sodade», un omaggio alle donne capoverdiane che vivono nelle campagne. Presentano un progetto musicale che si nutre di una terra antica e arcaica come l’Africa, delle sue sfumature e dei suoi colori più intensi, ma che affronta anche la realtà del nostro tempo. Il gruppo è un riferimento fondamentale della musica capoverdiana e ha già realizzato importanti tournée internazionali in Francia, Portogallo e Spagna.

Piazza G.E. D’Amico, centro storico di Genazzano (RM)
Ore 22
Ingresso libero
Domenica 15: Cordas do Sol (Capo Verde)


Lunedì 16 luglio il gruppo Cordas do Sol si esibirà presso l'Ambasciata di Spagna, Piazza San Pietro in Montorio (Gianicolo), h.22.00
Ingresso libero


Informazioni al pubblico
info@7sois.org – tel. 0587 090493
 FESTIVAL SETE SOIS SETE LUAS
Il viaggio del Festival Sete Sóis Sete Luas (www.7sois.eu), che gode del prezioso sostegno della Regione Lazio, Assessorato alla Cultura, Arte e Sport, del Comune di Genazzano e del patrocinio della Provincia di Roma,  quest’anno compie 20 anni (1993-2012) e continua il suo temerario viaggio lungo le rotte musicali, artistiche e turistiche che uniscono il Mediterraneo al mondo lusofono.
Nato fra la Toscana e il Portogallo 20 anni fa, il Festival Sete Sóis Sete Luas oggi si dipana lungo un itinerario che tocca 30 città in 11 Paesi, fra Brasile, Capo Verde, Croazia, Francia, Grecia, Israele, Italia, Marocco, Portogallo, Romania e Spagna, coinvolge 400 artisti, propone oltre 150 concerti di musica popolare contemporanea accompagnati da esposizioni di arte plastica, annoverando più di 60 prime nazionali e attirando una platea di più di 200.000 spettatori annui. In Italia, oltre a Genazzano, il Festival si realizza a Mascalucia (CT), Moncalieri (TO), Montelupo Fiorentino (FI), Oristano, Pontedera (PI) e Roma.


XXXIII° ANNIVERSARIO DALL'INDIPENDENZA DI CAPO VERDE

XXXIII° ANNIVERSARIO DALL'INDIPENDENZA DI CAPO VERDE
J. Canifa Alves, l'On.le M. Monteiro, l'On.le Frias, l'On.le Sousa, rappresentante Caritas F. Pittau

Un libro può salvare la vita

  • edgar allan poe - racconti
  • Gabriel Garcia Marquez - Cent'anni di solitudine
  • Isabel Allende - il piano infinito
  • Luis Romano - famintos
  • Michael Ende - la storia infinita

MONDO MIGRANTE

Los Angeles – Charlize Theron è diventata cittadina americana. Ad annunciarlo la stessa attrice durante il David Letterman Show: “ho sempre desiderato essere cittadina americana, ma loro non volevano accettarmi… Ho dovuto studiare. Inoltre era difficile non pensare a qualche trucco all’esame, come quando a me, di madrelingua inglese e sudafricana, è stato dato un foglio e mi è stato chiesto di scrivere correttamente la frase: è una giornata di sole”.

Un premio Oscar all’ umorismo americano… ma si diamo loro anche un “Tapiro d’oro”.

Le rivoluzioni non necessariamente rappresentano delle soluzioni... sicuramente ti danno linfa vitale!

RAIZ-LONGE

RAIZ-LONGE
dietro: Benny Hopffer Almada, Giovanni Mone, Alfredo Pierantozzi; al centro: Marta Poretti, Viviana Alves, Jorge Canifa Alves, Cateline Hopffer Almada, Lorena Salvatori, Walter do Rosario; in basso: Hamdi Dahir, Linda Evora, Aderico Brito.